Il piano cucina: in laminato o in Dekton?

Scegliere il materiale per il piano cucina non è semplice tuttavia conoscere le caratteristiche dei vari materiali in commercio possono aiutarci a fare la scelta giusta. In questo articolo scopriremo due dei materiali più richiesti in commercio: laminato e Dekton

 

Il Top in cucina

Cucina Scavolini modello Carattere con piano in laminato esposizione  Petitto Home Design
Cucina Scavolini modello Carattere con piano in laminato esposizione Petitto Home Design

Il top in cucina è il piano di lavoro quotidiano. Rappresenta il supporto più utilizzato per cucinare, per poggiare una pentola e per disporre gli elettrodomestici creando un angolo pratico e bello da vedere. Oggi il top viene anche utilizzato per creare zone funzionali su cucine ad isola e a penisola infatti si definisce piano di lavoro in senso lato. Conoscere bene i materiali disponibili per il piano di lavoro significa acquistare pensando a comodità, praticità e perché no anche alla sostenibilità. La scelta del materiale giusto per il vostro top ne determina  , in base alla cura che siete disposti a dargli, la resistenza nel tempo.

Laminati

Il laminato è un materiale multistrato composto da fibra di legno e materiale plastico. La base è un pannello di particelle di legno a basso contenuto di formaldeide, rivestito da due rivestimenti plastici, uno decorativo e uno protettivo. Grazie al foglio decorativo si possono avere un’infinita varietà di colori e di testure.

Perché scegliere i laminati?

Tra le caratteristiche del laminato possiamo annoverare:

  • buona resistenza agli urti e alle sollecitazioni esterne;
  • lunga durata, sopporta bene la luce solare e grande resistenza all’usura;
  • saldo a contatto con il calore al calore (fino a 180°);
  • può essere pulito facilmente con acqua quindi igienizzabile con semplicità;
  • ottimo rapporto qualità prezzo.

Cosa non fare su un piano in laminato?

  • Evitare di poggiare oggetti roventi come pentole, caffettiere, ferri da stiro.
  • Non tagliare mai direttamente sul piano e non urtare con oggetti appuntiti per non graffiare il piano.
  • Alcuni elementi potrebbero causare macchie di difficile asportazione (caffè, olio, limone), quindi fare molta attenzione.
  • Non concentrare getti di vapore sul piano per evitare infiltrazioni.

Per una normale manutenzione del piano in laminato utilizzate semplicemente panni umidi in microfibra. Prediligere detersivi liquidi o detergenti per vetri. Rimuovere sempre le tracce di questi prodotti per evitare macchie indesiderate .

Dekton

Cucina Scavolini, modello liberamente con top in Dekton, esposizione Petitto Home Design
Cucina Scavolini, modello evolution con top in Dekton, esposizione Petitto Home Design

Il Dekton fa parte di una grande famiglia di materiali i gres porcellanati.

E’ formato da un impasto di materie prime come: materiali lapidei (argille chiare, rocce granitiche e metamorfiche, fondenti feldspatici ), fibre di vetro e resine fondenti uniti a pigmenti ceramici . Il Dekton presenta una superficie ultracompatta grazie alla sua composizione che impiega la tecnologia di sinterizzazione delle particelle, un processo che consiste nell’accelerazione delle mutazioni metamorfiche a cui è sottoposta la pietra naturale in condizioni di alta pressione e temperatura elevata.

Perché scegliere il Dekton?

  • Ha un’ottima resistenza all’abrasione;
  • è caratterizzato da una notevole durezza della superficie che lo rende molto resistente a urti;
  • risulta totalmente impermeabile;
  • ha un’ottima termo resistenza.

Cosa non fare su un piano in Dekton?

  • Gli utensili da cucina impiegati direttamente sul piano possono creare segni superficiali; consigliamo sempre l’utilizzo di un tagliere. Non utilizzare spugnette abrasive che possano graffiare la superficie.
  • Sebbene il piano resista molto al calore, consigliamo di non appoggiare oggetti bollenti direttamente; utilizzare sempre un sottopentola per maggiore sicurezza.
  • Consigliamo di evitare l’utilizzo di cere o saponi oleosi. Alcuni detergenti possono contenere cera o additivi lucidanti che col tempo possono lasciare una patina superficiale compromettendo la resa estetica del piano.
  • Per impedire infiltrazioni in corrispondenza del lavello, delle giunzioni dei piani, del piano cottura e tra i piani e il muro evitare di far stagnare l’acqua. Nel caso si presentino infiltrazioni, intervenire prontamente.

Mantenerlo è semplicissimo basta utilizzare un panno in microfibra imbevuto d’acqua oppure un detergente neutro, avendo cura di seguire le modalità d’uso; spruzzare e lasciare agire qualche istante o qualche minuto, in funzione dello sporco presente sul piano, quindi sciacquare con acqua e asciugare con un panno asciutto e pulito. 

Oggi l’offerta dei materiali per il piano è infinita, prima di scegliere assicuratevi di prendere più informazioni possibili affinché il vostro acquisto risulti la scelta migliore in base alle vostre quotidiane esigenze!